Home » News » Poker di podi al Prealpi Orobiche

Poker di podi al Prealpi Orobiche

Poker di podi al Prealpi Orobiche

Cugini, Gualdi, Ghirardi, e Pezzetta portano in dote, al team bergamasco, due secondi ed altrettanti terzi, con un buon Imberti e Carrara a ridosso dei quartieri nobili.

Un autentico squadrone quello andato all’assalto del recente Rally Prealpi Orobiche, andato in scena lo scorso fine settimana, con Rally Sport Evolution che, sulle strade amiche della bergamasca, ha raccolto un buon bottino e numerose soddisfazioni.

A capitanare la pattuglia Diego Imberti, con Nicolas Imberti su una Renault Clio Super 1600 di Erreffe Rally Team, che ha archiviato il weekend al quinto di gruppo RC3N, quarto di S1600.

Poker di podi aperto da Igor Cugini, alle note Maurizio Della Torre su una Renault Clio R3, firmatario della seconda posizione in classe R3 e del terzo in gruppo RC4N al termine di un fine settimana indubbiamente reso ostico da un meteo ballerino, giocandosi il successo sul finale.

Terzo gradino del podio in classe Rally 4, quarto di gruppo RC4N, per Luca Gualdi, con Fabio Cortinovis su una Peugeot 208 Rally 4, in difficoltà alla prima sull’umido del Sabato ma poi capace di esprimersi al meglio, nonostante il rebus gomme, in una Domenica più che positiva.

A seguirlo a ruota, al quarto posto, ci ha pensato un Mirko Carrara che, in coppia con Valentino Tiraboschi su una Peugeot 208 R2, si è dichiarato molto soddisfatto del lavoro svolto, numerosi i cambi di setup per effettuare alcuni test in vista del prossimo Rally del Taro targato IRC, e capace di mettere alle strette l’agguerrita concorrenza delle nuove turbo con la propria aspirata.

Vincitore della passata edizione, tra le R2B con una Ford Fiesta griffata Rally Sport Evolution, Matteo Ghirardi non è riuscito a centrare la doppietta, al debutto sulla Peugeot 208 Rally 4 della squadra corse casalinga con Walter Pasini alle note, accontentandosi di un ottimo secondo posto di classe, spesso vicino ad un certo Casella, protagonista nel CIR Junior.

Sempre al volante di una Peugeot 208 Rally 4 si è presentato al via Mattia Merelli, affiancato da Alessandro Cervi, in affanno per una pioggia che ha reso dura la vita a molti ma contento per aver portato a casa la francesina senza un graffio, concludendo con il nono tra le Rally 4.

A completare il plotoncino delle Peugeot 208 Rally 4, iscritte dalla compagine locale, Emanuele Imberti interrompeva una latitanza che lo vedeva assente, dai campi gara, dalla stagione 2013.

Assieme ad Alice Nicoli, anch’essa al rientro sul sedile di destra dopo una lunga sosta, il pilota della francesina sovralimentata pagava dazio in un Sabato votato al togliere la tanta ruggine accumulata, rinfrancandosi la Domenica con qualche zampata come il terzo a “Selvino” due.

Rimanendo ancorati alla stessa classe, passando in casa dell’ovale blu, Marco Bergonzi ha portato la Ford Fiesta Rally 4 al dodicesimo posto, al suo primo Prealpi Orobiche da pilota con Andrea Cavagna al suo fianco, felice per il tanto divertimento vissuto nella due giorni.

Trasferta rocambolesca, culminata con il secondo gradino del podio tra le Rally 5, per Matteo Pezzetta e per la sua Renault Clio Rally 5, condivisa con Ivano Pasquini, autore di una toccata sul primo passaggio sulla speciale di “Ambriola” che poteva rivelarsi fatale ma che, grazie al lavoro dello staff di Rally Sport Evolution, non gli ha impedito di concludere in bellezza.

“Questo Prealpi Orobiche è stato davvero impegnativo” – racconta Claudio Albini (titolare Rally Sport Evolution) – “perchè le condizioni del meteo erano difficili da interpretare. Avevamo nove vetture al via, con i nostri colori, e tutte sono arrivate al traguardo, regalandoci quattro podi.”